L'azienda

Dove nasce l'olio extravergine di oliva Crudo

La famiglia Schiralli possiede circa 20 ha di Uliveti a 135 s.l.m., ai piedi della Murgia Barese, una zona caratterizzata da terreni semirocciosi favoriti da una esposizione solare prolungata ed intensa e dal benefico effetto del vento che sale dal mare distante solo 12km.

In questa terra con la vocazione dell’olio, i fratelli Schiralli producono oggi l’olio extravergine di oliva Crudo, mediante una tecnica di lavorazione completamente innovativa, risultato sia dell’esperienza pluriennale dell’azienda produttrice dei macchinari per l’estrazione, sia dell’intensa attività di studio e ricerca effettuata in collaborazione con alcuni studiosi di agraria e medicina.

L’azienda produce anche i Patè di olive, deliziose Passate di olive nere e e di olive verdi lavorate solo ed esclusivamente con olio Crudo, la Passata di Pomodoro, un vero capolavoro ottenuto da una lavorazione i cui principi sono identici a quella dell’olio, le olive in acqua e sale della pregiata varietà “Termite di Bitetto”, i Taralli Classici, i Tozzetti al Sale Marino Integrale Dolce di Cervia e le Treccine alle Mandorle, snack a base di farina 0, vino moscato giallo di Trani ed esclusivamente olio extravergine di oliva Crudo.

Scopri i nostri prodotti

Il territorio: Bitetto

Bitetto è una cittadina della provincia di Bari, di 11.351 abitanti, collocata alle pendici della Murgia Pugliese, ad un’altitudine di 135 m sul livello del mare.

La sua posizione territoriale è ideale per la coltura olivicola, profondamente radicata nella storia millenaria di questo paese. Qui infatti gli uliveti beneficiano di una condizione di favore dovuta alla particolare conformazione rocciosa del terreno, ad un’esposizione solare intensa e prolungata, nonché al clima influenzato dalle correnti del mare, distante appena 15 km.

Visto dall’alto, il centro abitato appare incastonato all’interno di un vasto territorio in cui predominano il verde e le sfumature argentee delle foglie d’ulivo.

image

In questa terra con la vocazione dell’olio, trovano origine due cultivar di eccezionale valore:

  • L’Ogliarola (dai bitettesi chiamata anche la “Paesana”), ideale per l’estrazione di un olio dalle nobili virtù organolettiche e salutari;
  • L’oliva Termite, conosciuta come la “Termite di Bitetto” o la “Tremite di Bitetto”, rinomata per gli svariati usi che se ne possono fare come oliva da mensa;

Proprio grazie a questa varietà, Bitetto è stata nominata “Città dell’Oliva Termite”, ricevendo il titolo di città nel 2007 dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.